Il cemento stampato: una soluzione perfetta per le pavimentazioni delle strutture turistiche

Una casa dotata di un ampio giardino è un sogno comune a tutte le persone che devono accontentarsi di vivere in un appartamento e di trascorrere qualche momento circondati dal verde solo visitando i parchi cittadini o concedendosi una scampagnata di tanto in tanto. Per questo motivo, quando i nostri potenziali clienti cercano un b&b, preferiranno una struttura con il giardino piuttosto che un semplice appartamento in un palazzo!

Come l’esperienza ci insegna e diversi studi scientifici hanno ormai ampiamente dimostrato, il contatto con la natura è molto importante per in nostro benessere: può infatti influire in maniera positiva non solo sulla nostra psiche, ma anche sul nostro fisico, aiutandoci a contrastare molte patologie.
Chi vive nelle grandi città, sa bene quanto possa essere rigenerante trascorrere un po’ di tempo all’aria aperta, fare il pieno di aria pulita, rilassarsi con il canto degli uccellini, con il fruscìo delle foglie, o far riposare gli occhi osservando i colori della natura e non i pixel luminosi sullo schermo del PC dell’ufficio.
L’azione antistress del contatto con il verde è davvero un toccasana: dieci minuti al giorno sono sufficienti per sentirsi rinvigoriti, più in sintonia con il mondo e con sé stessi e, in generale, più sereni. Sul piano fisico, trascorrere qualche ora all’aria aperta permette di riossigenare l’intero organismo, di contrastare diversi disturbi respiratori di origine allergica e di recuperare un corretto ritmo sonno-veglia, sempre più spesso alterato da stili di vita frenetici e sregolati. Senza contare che il contatto con la natura e con il verde stimola il desiderio di movimento ed incentiva a dedicarsi all’attività fisica, uno dei modi migliori per mantenere a lungo una salute di ferro.
Quanto detto è particolarmente valido nel caso dei più piccoli, che possono trarre benefici ancora maggiori dal contatto con la natura. Giocare e divertirsi circondati dal verde permette ai bambini di ricevere molti stimoli, rinforzare il sistema immunitario e crescere forti e sani.
Insomma, mettere a disposizione degli ospiti uno spazio verde all’esterno del bed&breakfast è un vantaggio competitivo notevole, che può fare la differenza rispetto alla concorrenza!
Purtroppo, però, non tutti riescono a prendersi cura di questi spazi in modo opportuno, sfruttando a pieno le possibilità che essi offrono.
Sono molte le iniziative che si possono intraprendere per rendere più accogliente e funzionale un giardino. La scelta dei giusti elementi d’arredo, come pure di piante, fiori ed arbusti decorativi che richiedano poche cure, possono essere ottimi modi per valorizzare gli spazi esterni. Tuttavia, molte persone tendono ad ignorare l’importanza di un particolare determinante: la pavimentazione.

Un pavimento per esterni non deve solamente essere discreto e ben inserito nel contesto del giardino, ma deve anche presentare una buona resistenza agli agenti atmosferici e garantire l’incolumità di chi lo calpesta, in qualunque condizione. L’esposizione diretta ai raggi solari, ma anche alla pioggia e ai forti sbalzi di temperatura può compromettere la struttura di molti materiali, portando alla formazione di antiestetiche crepe o di infiltrazioni di acqua, che possono raggiungere eventuali ambienti seminterrati. Proprio per questo motivo, un buon rivestimento per esterni deve essere completamente impermeabile, antiscivolo e resistente alla formazione del ghiaccio, anche nel corso dei mesi più freddi.
Allo stesso tempo, una superficie non accidentata e priva di irregolarità garantisce un ambiente sicuro per i più piccoli, che in questo modo sono liberi di giocare senza il pericolo di cadute ed abrasioni.

A seconda dello stile dell’abitazione e delle caratteristiche dello spazio da ricoprire, si possono adottare diverse soluzioni. Le più tipiche sono rappresentate da:

  • pavimentazioni in pietra naturale come porfido, ardesia e marmo;
  • pavimenti rivestiti con mattonelle in ceramica;
  • rivestimenti in parquet per esterni.

Queste soluzioni assicurano una buona resa estetica ma, nonostante i trattamenti a cui i materiali vengono sottoposti per aumentarne la resistenza, tendono inevitabilmente ad accumulare segni, macchie e danni con il passare del tempo, perdendo molto del loro fascino iniziale. In più, per realizzare questi pavimenti è necessario sostenere spese ingenti ed affrontare complessi lavori di messa in posa.

Per chi intende risparmiare, o ha bisogno di realizzare un rivestimento per esterni in tempi brevi, esiste una possibilità alternativa, che garantisce risultati perfetti dal punto di vista estetico: il cemento stampato.

Le caratteristiche e i punti di forza del cemento stampato

Valorizzare il giardino realizzando una pavimentazione, o un vialetto con il cemento stampato è una soluzione molto di tendenza, semplice, alla portata di tutti e di grande effetto.
La tecnica impiegata permette di decorare un semplice rivestimento in calcestruzzo utilizzando dei particolari stampi che, quando il materiale è ancora fresco, possono conferire alla superficie una morfologia identica a quella di un pavimento in pietra naturale, in mattonato o addirittura in legno.
Ad assicurare l’effetto realistico del risultato è anche l’uso di specifici coloranti, impiegati per donare al calcestruzzo le giuste tonalità e sfumature.

Il grande vantaggio di questa scelta sta nel fatto che il cemento è una materiale davvero molto economico ma, al tempo stesso, estremamente resistente all’usura. Grazie all’applicazione di una particolare resina protettiva, questi rivestimenti migliorano ulteriormente le loro proprietà, diminuendo la tendenza all’assorbimento dell’acqua e alla formazione di ghiaccio e diventando perfettamente antiscivolo. Inoltre, si rivelano facili da pulire e molto resistenti alla formazione di macchie, graffi e altri danni.
Il cemento stampato può essere impiegato anche per rivestire il viale di accesso ad un garage: a differenza delle altre pavimentazioni, questa sopporta senza problemi le sollecitazioni prodotte dal passaggio di automobili ed altri mezzi.
Un’altra caratteristica degna di nota è la natura monolitica di questo rivestimento. Trattandosi di un unico strato di cemento, esso non risulta essere soggetto ai fenomeni di assestamento e di formazione degli avvallamenti, tipici degli altri pavimenti per esterni. Ciò garantisce risultati impeccabili e duraturi nel tempo in qualunque condizione.

Grazie alla tecnica del cemento stampato è possibile realizzare una varietà davvero ampia di pavimenti per esterno, mimando l’effetto di qualunque tipo di materiale e realizzando decori molto raffinati. Al di là dei costi contenuti, i lavori di realizzazione richiederanno solo qualche giorno e, in più, la superficie ottenuta sarà immediatamente calpestabile.

I materiali

Tutto l’occorrente per la realizzazione di un pavimento in cemento stampato può essere reperito presso i rivenditori di materiali edili per la decorazione degli interni e degli esterni come New Original. A tal proposito, si possono consultare le pagine del portale web di questa azienda per conoscere caratteristiche, modalità d’uso ed avvertenze di sicurezza dei prodotti per il cemento stampato.

Per i rivestimenti di dimensioni limitate, è addirittura possibile svolgere i lavori in totale autonomia, risparmiando anche sul costo della manodopera.
I materiali e gli strumenti principali di cui si ha bisogno per realizzare questo tipo di opere sono: il calcestruzzo, i prodotti per la preparazione e la colorazione del cemento, gli stampi per le decorazioni e gli arnesi per livellare la colata.
In particolare, è interessante conoscere la funzione di alcuni preparati particolari, che servono per conferire alle pavimentazioni in cemento stampato le loro specifiche caratteristiche. Tra i più importanti si hanno:

  • le fibre DS-F, un particolare materiale che aggiunto al calcestruzzo ne migliora le proprietà elastiche, riducendo il fenomeno del ritiro, potenzialmente causa di microlesioni;
  • il corazzante Corpav, un prodotto in polvere da cospargere sul cemento fresco, appena colato, per conferirgli il colore desiderato ed aumentarne la resistenza agli stress meccanici;
  • il distaccante DS-F, che serve per trattare il calcestruzzo e diminuirne l’adesività, consentendo di utilizzare gli stampi senza che rimangano adesi alla superficie;
  • la resina DS-CS, fondamentale per lucidare, fissare e proteggere il risultato ottenuto, rendendo il pavimento immune ai danni provocati dai raggi UV, dagli agenti atmosferici e dalle sollecitazioni fisiche.

Esistono poi altri prodotti che possono essere aggiunti per ottenere particolari tonalità di colore, oppure un effetto anticante od opacizzante.

Il procedimento

Procedere alla realizzazione di un pavimento in cemento stampato non è affatto complesso e non richiede una manualità particolare o la conoscenza di tecniche specifiche, soprattutto quando si tratta di realizzare un piccolo vialetto, o un semplice rivestimento per un portico o una veranda.

Si inizia predisponendo la superficie in questione, pulendola ed appianandola. Quindi, si procede colando il cemento. Lo strato di calcestruzzo può avere spessore variabile ma, in generale, saranno sufficienti pochi centimetri.
Quando il materiale è ancora fresco, lo si livella per creare una superficie perfettamente liscia ed omogenea, che si cospargerà prima con il prodotto corazzante e poi con quello distaccante.
Si giungerà quindi alla fase più importante, quella della decorazione: semplicemente, si andranno a pressare gli stampi scelti sul cemento, procedendo di porzione in porzione fino a completare l’intera superficie.
Dopo aver lasciato asciugare il cemento per qualche giorno, con un piccolo scalpello si andrà a rifinire l’opera, per poi lavarla rimuovendo tutta la polvere e i detriti in eccesso.
Come ultimo passaggio, si stenderanno una o più mani di resina, a seconda dell’effetto finale che si desidera ottenere e dell’intensità degli stress meccanici che il pavimento dovrà sopportare.